ORCHESTRA I POMERIGGI MUSICALI
La stagione
Musica Classica e Sinfonica 

74ª Stagione Sinfonica Orchestra I Pomeriggi Musicali Ritratti d'Autore



Direttore: Arvo Volmer

Violino: Alexandra Soumm

Orchestra Haydn di Bolzano e Trento

PROGRAMMA

Arvo Pärt

Cantus in Memory of Benjamin Britten

 

Wolfgang Amadeus Mozart

Concerto n. 5 per violino e orchestra in la maggiore K 219

 

* * *


Ludwig van Beethoven

Sinfonia n. 3 in mi bemolle maggiore op. 55 "Eroica" 

 

 


M° Arvo Volmer

Direttore d'orchestra

 

Arvo Volmer ha debuttato con l’Orchestra Haydn nell’ottobre 2012; dalla stagione 2014/15 egli ne è il direttore principale. Ne ha diretto molti concerti a Dobbiaco (ai Südtiroler Festspiele), Erl (ai Tiroler Festspiele), Firenze (al Maggio Musicale Fiorentino), Mantova, Milano e Wiesbaden, incidendo un cd delle quattro Ouvertures di Leonore/Fidelio di Beethoven; a Bolzano e a Trento ha affrontato più volte il grande repertorio tardo-romantico che va dai Requiem di Verdi, Brahms e Fauré alle Sinfonie di Brahms, Čajkovskij, Mahler e Sibelius, spaziando, inoltre, da Reger, Ravel, Stravinskij, Prokof’ev e Šostakovič fino al suo conterraneo Arvo Pärt. Estone, nato nel 1962 a Tallinn, ha debuttato nel 1985 al Teatro d’Opera Nazionale Estone della sua città natale, un’istituzione cui è sempre rimasto legato e di cui dal 2004 al 2012 è stato il direttore musicale. Dal 1987 ha lavorato anche con l’Orchestra Sinfonica Nazionale Estone, divenendone direttore stabile nel 1993 (vi è rimasto fino al 2001). Dal 1994 al 2005 Volmer è stato direttore artistico e musicale dell’Orchestra Sinfonica di Oulu in Finlandia e dal 2004 al 2013 principal conductor e music director dell’Adelaide Symphony Orchestra in Australia, rimanendo poi legato alla compagine quale principal guest conductor. Arvo Volmer è apparso come direttore ospite della Australian Youth Orchestra, della State Opera South Australia, della West Australian Symphony, della bbc Philharmonic Orchestra, della Komische Oper di Berlino, della Konzerthaus-Orchester e della Radio-Sinfonieorchester di Berlino, della City of Birmingham Symphony Orchestra, dell’Orchestre de Bretagne, dell’Orchestre National de Belgique di Bruxelles, a Chemnitz e Copenaghen, dei Dortmunder Philharmoniker, dell’Orchestra Sinfonica di Göteborg, al Festival Menuhin di Gstaad, della ndr-Radiophilharmonie di Hannover, del Teatro d’Opera Finlandese e dell’Orchestra Sinfonica della Radio di Helsinki, delle Orchestre Filarmoniche di Helsinki, Macau e Malmö, al Nationaltheater di Mannheim, della Melbourne Symphony Orchestra, dell’Orchestra Filarmonica e del Teatro Bolšoj di Mosca, al Festival Europa Musicale di Monaco, dei Nürnberger Symphoniker, del Teatro d’Opera Norvegese di Oslo, dell’Orchestre National de France e dell’Orchestre Philharmonique de Radio France a Parigi, della Queensland Orchestra, delle Orchestre Filarmoniche di Reykjavik e di San Pietroburgo, dell’Orquesta Sinfónica do Estado de Saõ Paulo, dell’Opera Australia di Sidney, della Singapore Symphony Orchestra, delle Orchestre Filarmoniche di Stoccarda e di Stoccolma, della Sydney Symphony, della Taiwan Symphony e della Tasmanian Symphony Orchestra nonché del Teatro d’Opera Georgiano di Tbilisi. Ha diretto inoltre in Israele, nei Paesi Bassi, in Polonia, in Portogallo e nella Repubblica Ceca. Arvo Volmer ha proposto diverse prime assolute di opere di compositori estoni, del finlandese Olli Kortekangas e dello svedese Sven-David Sandström. Nel 2007 ha diretto la prima assoluta dell’opera Wallenberg di Erkki-Sven Tüür, apparsa nel 2008 come dvd (erp). Con l’Orchestra Sinfonica di Oulo ha registrato tutte le opere orchestrali di Leevi Madetoja (cd Alba Records, 1998-2000); con l’Orchestra Nazionale Estone ha inciso le Sinfonie di Eduard Tubin (5 cd Alba Records, 1999-2003), il balletto Goblin di Tubin (cd Alba Records, 2005) e il Requiem estone di Cyrillus Kreek del 1927 (cd Alba Records, 2007). Inoltre sono apparse le opere sinfoniche di Ester Mägi (cd Toccata Classic, 2007), un’edizione integrale delle Sinfonie di Jean Sibelius con la Adelaide Symphony Orchestra (cd abc Classics) e i Concerti per fiati di Ross Edwards con la Melbourne Symphony Orchestra.

 

Alexandra Soumm

Violino solista

 

La violinista Alexandra Soumm è un’artista eclittica a suo agio sia con la musica sinfonica sia con il repertorio cameristico. Gli impegni più importanti per la stagone 2017-2018 includono I debutti con la Vancouver Symphony Orchestra, l’Orchestre Français des Jeunes, e la Bruckner Orchester, e il ritorno con la BBC Scottish Symphony, con l’Orquesta Sinfonica de Galicia, con la BBC Symphony Orchestra, e la Bournemouth Symphony Orchestra.

Alexandra si è esibita con molte importanti orchestre: Royal Philharmonic, BBC Philharmonic, London Philharmonic e Hungarian National Philharmonic, Baltimore Symphony, Galicia Symphony, RTÉ National Symphony, Danish National Symphony, Trondheim Symphony, NHK Symphony, Tokyo Metropolitan Symphony, Tokyo and Munich Symphony. Ha lavorato con importanti direttori come: Herbert Blomstedt, Rafael Frühbeck de Burgos, Neeme Järvi, Lionel Bringuier, Edward Gardner, Alexander Shelley, Thomas Sondergard, Eva Ollikainen, Osmo Vänska, Juanjo Mena, e Marin Alsop e si è esibita due volte con la  

Los Angeles Philharmonic all’Hollywood Bowls rispettivamente sotto la guida di Leonard Slatkin e Mirga Gražinyte-Tyla. Nel 2015 ha debutato in due festival estivi: il Colorado festival e il Breckenridge festival.

Alexandra ha rapport continui con molte orchestra francesi: Orchestre National de Bordeaux, Orchestre National du Capitole de Toulouse, Orchestre de Paris, Orchestre National de Lyon e l’Orchestre National de Montpellier. Nel Regno Unito è stata membro della Radio 3 New Generation Artist roster 2010-2012, e in quel ha lavorato con molti ensemble della BBC.

Come musicista da camera ha tenuto recital presso l’Auditorium du Louvre (Parigi), il Palais des Beaux Arts (Bruxelles) e la Wigmore Hall (Londra). Ha suonato anche in festival quali: City of London Festival, Deauville, Montpellier, MDR Musiksommer, Schleswig-Holstein, Mecklenburg-Vorpommern, Verbier, Sommets Musicaux de Gstaad and Varna. 

Alexandra lavora regolarmente con il compositore Christoph Ehrenfellner, che le ha dedicato il suo secondo Concerto per violino e un suo Quartetto per archi.

Nella primavera del 2008 il debutto discografico di Alexandra, con la registrazione dei concerti di Bruch e Paganini è stato pubblicato dall’etichetta Claves; “Le Monde de la Musique” ha descritto la sua interpretazione come un «dispiegamento di passionale e lirica personalità».

Nata a Mosca, Alexandra ha iniziato a studiare il violin con suo padre all’età di 5 anni e ha debuttato in concerto solo due anni dopo. Più tardi si è trasferita a Vianna per studiare cone Boris Kuschnir, sotto la guida del quale ha vinto l‘Eurovision Competition nel 2004.

Ora ha base a Parigi, dove, con due suo amici, ha fondato l’organizzazione non-profit Esperanz’Arts nel 2012 che porta la musica nelle scuole, nei centri per senzatetto, nelle carceri e negli ospedali.

Nel gennaio 2013, Alexandra è stata nominate madrina di El Sistema in Francia.

Dotata di una grande passion per l’insegnamento, Alexandra ha tenuto masterclass negli Stati Uniti, in Venezuela, in Brasile, Giappone, Israele e in Belgio.

 

Orchestra Haydn di Bolzano e Trento

 

L'Orchestra Haydn si è costituita nel 1960 per iniziativa dei Comuni e delle Province di Bolzano e di Trento e gode dei finanziamenti ministeriali del Fondo unico per lo spettacolo (fus). Il suo repertorio spazia dal barocco ai contemporanei; in più occasioni autori come Luigi Dallapiccola, Luigi Nono, Luciano Berio, Franco Donatoni, Giorgio Battistelli, Matteo D’Amico e Giovanni Sollima le hanno affidato dei loro lavori in prima esecuzione assoluta.

L’Orchestra ha preso parte a diversi festival internazionali, apparendo in Austria (a Bregenz, Erl, al Mozarteum di Salisburgo e al Musikverein di Vienna), Germania, Giappone (a Otsu e Tokio), Italia (al Maggio Musicale Fiorentino, alla Sagra Musicale Umbra di Perugia, al Rossini Opera Festival di Pesaro, ad Anima Mundi di Pisa e a MiTo SettembreMusica di Torino), nei Paesi Bassi, negli Stati Uniti d’America, in Svizzera e in Ungheria.

Sul suo podio sono saliti, fra gli altri, Claudio Abbado, Rinaldo Alessandrini, Riccardo Chailly, Ottavio Dantone, Eliahu Inbal, Alain Lombard, Jesús López-Cobos, Neville Marriner, Riccardo Muti, Daniel Oren, José Serebrier, Sir Jeffrey Tate, Juraj Valčuha e Alberto Zedda; dopo il fondatore Antonio Pedrotti si sono avvicendati come direttori stabili Hermann Michael, Alun Francis, Christian Mandeal e Ola Rudner.

Dopo la quasi trentennale guida di Andrea Mascagni, alla direzione artistica si sono avvicendati Hubert Stuppner, Gustav Kuhn (2003-2012) e Daniele Spini (dal 2013); dal 2014 Arvo Volmer è il direttore principale dell’Orchestra.

Moltissime sono le registrazioni radiofoniche e televisive per la rai; ampio il catalogo di lp, cd e dvd realizzati per Agorá, Amadeus, Arts, Brilliant Classics, Camerata Tokyo, col legno, Concerto, cpo, Dynamic, Multigram, Naxos, Opus Arte, rca, stradivarius, Turn­about, Unitel, Universal, Verdi Records, vmc Classics e Zecchini.

 



Teatro Dal Verme Web Site 2018 All Rights Reserved | COOKIE | CREDITS