ORCHESTRA I POMERIGGI MUSICALI
La stagione
Musica Classica e Sinfonica 

75ª Stagione Sinfonica dell'Orchestra I Pomeriggi Musicali - Anniversari



Direttore: Günter Neuhold

Orchestra di Padova e del Veneto

PROGRAMMA

Franz Schubert

Ouverture nello stile italiano D 590 

 

Wolfgang Amadeus Mozart

Sinfonia n. 36 in Do Maggiore K 425 “Linz”

***

Ludwig van Beethoven

Sinfonia n. 4 in Si bem Maggiore op. 60



M° Günter Neuhold

Direttore d'orchestra


Günter Neuhold è nato a Graz nel 1947, ha studiato direzione d’orchestra alla Hochschule della sua città ed ha poi seguito due corsi di perfezionamento con Franco Ferrara a Roma e con Hans Swarowski a Vienna. Dal 1972 al 1980 ha ricevuto numerose scritture nella Repubblica Federale Tedesca ed infine l’incarico di primo Kapellmeister a Hannover e a Dortmund. Ha vinto numerosi concorsi di direzione d’orchestra: a Firenze (Primo Premio, 1976), San Remo (“Marinuzzi”, Primo Premio, 1976), Vienna (“Swarowski”, Secondo Premio, 1977), Salisburgo (“Böhm”, Primo Premio, 1977), Milano (“Cantelli”, Terzo Premio, 1977); ciò gli ha aperto una vasta carriera e l’invito dei Wiener Philarmoniker, dei Wiener Symphoniker, della Scala di Milano, delle Orchestre della RAI di Roma, Torino e Milano. Dal 1981 al 1986 è stato Direttore Musicale al Teatro Regio di Parma (dove ha potuto esprimere il massimo impegno della propria attività nelle opere di Verdi) ed ha diretto l’Orchestra Sinfonica dell’Emilia Romagna “Arturo Toscanini”. Dal 1986 al 1990 è stato Primo Direttore e Musikdirektor della Filarmonica Reale delle Fiandre ad Anversa, con la quale ha guidato varie tournèes in Italia (Roma, Palermo), Germania, Gran Bretagna, Francia (Festival di Radio France), al Concertgebouw di Amsterdam, al Musikverein di Vienna. Dal 1989 al 1995 è stato Direttore Generale della musica all’opera di Karlsuhe (Badisches Staatstheater) e dal 1995 al 2002 è stato Direttore Artistico e Direttore Generale della musica del Teatro di Brema. Fra le numerose orchestre dirette ricordiamo : Wiener Philharmoniker, Wiener Symphoniker, Sächsische Staatskapelle di Dresda, le Orchestre Sinfoniche della Radio di Lipsia, Amburgo, Baden Baden, Stoccarda e Berlino, la Staatsorchester di Budapest, le Orchestre RAI di Roma e di Milano, l’Orchestra Nazionale di Torino, l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, del Teatro Massimo Palermo, del Teatro San Carlo Napoli, del Teatro Comunale di Bologna, della Fenice di Venezia del Teatro Lirico di Cagliari, le più importanti orchestre spagnole e portoghesi (Orchestra Sinfonica di Madrid, di Siviglia, di Valencia, di Granada, della Galizia, delle Tenerife, di Bilbao e del Liceu di Barcellona, l’Orchestra Sinfonica Portoghese di Lisbona e l’Orchestra a Gulbenkian di Lisbona), francesi (l’Orchestra Nazionale di Francia, du Capitole di Toulose, di Montpellier, di Bordeaux Aquitaine e di Nizza) e del mondo come la Tokyo Philharmonic e Tokyo Metropolitan Symphony Orchestra, l’Orchestra della Radio-TV di Mosca, l’ ABC Australia Melbourne, la Canadian B.C. Vancouver e le Orchestre Sinfoniche di San Paolo e di Buenos Aires. Ha diretto nei più importanti teatri d’opera in Italia (la Scala di Milano il Teatro Massimo di Palermo, Teatro Comunale di Bologna, il Teatro Comunale di Genova, il Teatro Massimo di Catania) e in Europa ( Wiener Staatsoper, Berliner Staatsoper, Deutsche Oper, Staatsoper Dresden, Nationaltheater München, Oper Leipzig, Opernhaus Zürich, Grand Théatre de Genève, Teatro Real Madrid Opéra Monte Carlo, Opéra National de Paris, Capitole Toulouse, Opéra National de Bordeaux Opéra National de Strasbourg, Opéra de Marseille, Teatro Sao Carlos Lisboa. Den Norske Opera Oslo e Göteborgs Operan) oltre a importanti Festivals fra cui il Festival di Salisburgo (1978-80-83-86), il Festival di Montpellier e La Biennale di Venezia. Molto amplia la sua discografia di cui segnaliamo l’incisione di Il Castello di Barbablù di Bartók, La damnation de Faust di Berlioz, Der vampyr di Marschner, Madama Butterfly di Puccini - Orphee d’or nel 2003- e la Tetralogia di Wagner; opere sinfoniche di Mahler (Sinfonie 1,2,3,5) Verdi (Requiem), Bartók (Concerto per orchestra), Stravinskij (La sagra di Primavera), Kodály, Schnittke, Schreker, Schulhoff, Liebermann e Rihm.

 

Orchestra di Padova e del Veneto

 

L’Orchestra di Padova e del Veneto si è costituita nell’ottobre 1966 e nel corso di quasi cinquant’anni di attività si è affermata come una delle principali orchestre italiane nelle più prestigiose sedi concertistiche in Italia e all’estero. L’Orchestra è formata sulla base dell’organico del sinfonismo “classico”. Peter Maag – il grande interprete mozartiano – ne è stato il direttore principale dal 1983 al 2001. Alla direzione artistica si sono succeduti Claudio Scimone, Bruno Giuranna, Guido Turchi, Mario Brunello (direttore musicale, 2002-2003), Filippo Juvarra (Premio della Critica Musicale Italiana “Franco Abbiati” 2002). Nel settembre 2015 Marco Angius ha assunto l'incarico di direttore musicale e artistico. Nella sua lunga vita artistica l’Orchestra annovera collaborazioni con i nomi più insigni del concertismo internazionale tra i quali si ricordano S. Accardo, P. Anderszewski, M. Argerich, V. Ashkenazy, J. Barbirolli, Y. Bashmet, R. Buchbinder, M. Campanella, G. Carmignola, R. Chailly, C. Desderi, G. Gavazzeni, R. Goebel, N. Gutman, Z. Hamar, P. Herreweghe, A. Hewitt, C. Hogwood, L. Kavakos, T. Koopman, A. Lonquich, R. Lupu, M. Maisky, V. Mullova, A. S. Mutter, M. Perahia, I. Perlman, M. Quarta, J. P. Rampal, S. Richter, M. Rostropovich, H. Shelley, J. Starker, R. Stoltzman, H. Szeryng, U. Ughi, S. Vegh, K. Zimerman. L’Orchestra è l’unica Istituzione Concertistico - Orchestrale (I.C.O.) operante nel Veneto e realizza circa 120 concerti l’anno, con una propria stagione a Padova, concerti in Regione, in Italia per le maggiori Società di concerti e Festival. Nelle ultime Stagioni si è distinta anche nel repertorio operistico, riscuotendo unanimi apprezzamenti in diversi allestimenti di Don Giovanni, Le nozze di Figaro e Così fan tutte di Mozart, Il barbiere di Siviglia, Il turco in Italia e Il Signor Bruschino di Rossini, L’elisir d’amore, Don Pasquale e Lucrezia Borgia di Donizetti, Rigoletto di Verdi, La voix humaine di Poulenc e Il telefono di Menotti. A partire dal 1987 l’Orchestra ha intrapreso una vastissima attività discografica realizzando oltre cinquanta incisioni per le più importanti etichette. Tra le pubblicazioni più recenti l’Arte della fuga di Bach/Scherchen diretta da M. Angius (Stradivarius), Vivaldi Seasons and Mid-Seasons con S. Tchakerian e P. Tonolo (Decca), Sinfonie e concerti di Pleyel e Vanhal con L. Bizzozero e S. Bohren (Sony), la Passione di Gesù Cristo di Paër diretta da S. Balestracci (cpo), i Concerti per violoncello di Haydn e Wranitzky con E. Bronzi solista e direttore (Concerto). L’Orchestra di Padova e del Veneto è sostenuta da Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Regione del Veneto e Comune di Padova.





Orchestra I Pomeriggi Musicali Web Site 2019 All Rights Reserved | PRIVACY-POLICY | COOKIE | CREDITS