ORCHESTRA I POMERIGGI MUSICALI
Notizie
Orchestra I Pomeriggi Musicali per OperaLombardia

L’Orchestra I Pomeriggi Musicali per OperaLombardia In scena con Aida,  Guglielmo TellLa SonnambulaMacbethGianni Schicchi

 

I Pomeriggi Musicali, orgogliosamente Orchestra Regionale Lombarda fin dal 1978, partecipano da oltre un quarantennio alla realizzazione del cartellone d’opera dei teatri di tradizione della Lombardia nell’ambito di quel Circuito Lirico Lombardo che ha posto le fondamenta dell’attuale OperaLombardia

Modello di produzione unico in Italia, OperaLombardia promuove e sostiene la realizzazione di un interessante cartellone d’opera di specchiata qualità artistica e musicale.

I Pomeriggi si apprestano con grande entusiasmo a intraprendere il lungo tour che li porterà nei golfi mistici dei Teatri Sociale di Bergamo, Grande di Brescia, Sociale di Como, Ponchielli di Cremona e Fraschini di Pavia dal 27 settembre 2019 al 19 gennaio 2020. 

I titoli in programma sono quelli della grande tradizione operistica italiana: AidaGuglielmo TellLa SonnambulaMacbeth e Gianni Schicchi, quest’ultimo preceduto da un’incursione nella commedia musicale con la rappresentazione novecentesca L’Heure Espagnole di Maurice Ravel.

I Pomeriggi Musicali desiderano rivolgere il più sentito ringraziamento alla Regione Lombardia e ai Teatri di Tradizione per il magnifico esempio di sinergia, collaborazione e unità di intenti nel rispetto delle peculiarità e delle differenze che caratterizzano ciascun Ente.

 

 

 

 

GUGLIELMO TELL

Melodramma tragico in quattro atti. Musica di Gioachino Rossini. Libretto di Étienne de Jouy e Hippolyte-Louis-Florent Bis. Traduzione italiana di Calisto Bassi.

Prima rappresentazione: Lucca, Teatro del Giglio, 17 settembre 1831

Direttore Carlo Goldstein, Jacopo Brusa

Regia Arnaud Bernard

Orchestra I Pomeriggi Musicali

Coproduzione Teatri OperaLombardia

in coproduzione con Fondazione Teatro Verdi di Pisa

Nuovo allestimento

La narrazione parte da un’ouverture, tra le più celebri nel panorama operistico, nota e amata dal grande pubblico, e dischiude, di atto in atto, arie di purissimo belcanto. Tratto dall’omonimo dramma di Friedrich Schiller, Guglielmo Tell, nella versione originale italiana del 1831, che viene riproposta in questa edizione, è un’opera imponente, dalla struttura monumentale; la trama rievoca la storia medioevale del celebre arciere ed eroe svizzero, che guidò la ribellione del popolo elvetico, contro la dominazione straniera.

 

LA SONNAMBULA

Melodramma in due atti. Musica di Vincenzo Bellini. Libretto di Felice Romani, dal ballo pantomimo La somnambule, ou L’arrivée d’un nouveau seigneur di Eugène Scribe e Jean-Pierre Aumer.

Prima rappresentazione: Milano, Teatro Carcano, 6 marzo 1831

Direttore Leonardo Sini

Regia Raúl Vázquez

Orchestra I Pomeriggi Musicali

 

Coproduzione Teatri OperaLombardia

in coproduzione con  Ópera Las Palmas

Nuovo allestimento 

La sonnambula, opera semiseria, paradigma del bel canto belliniano, venne composta in soli due mesi (gennaio – marzo 1831), tra le sponde del Lago di Como, tra Moltrasio e Blevio, come le cronache ottocentesche confermano, nei luoghi frequentati dal librettista e amico Felice Romani, dalla celebre cantante e musa ispiratrice Giuditta Pasta (prima interprete del titolo), e da Giuditta Turina, amante amata da Vincenzo Bellini “[…] e l’idilio soave del cuore diede origine al- l’idilio soave e gentile dell’arte La sonnambula […]”.

 

MACBETH

Melodramma in quattro atti. Musica di Giuseppe Verdi. Libretto di Francesco Maria Piave, tratto dall’omonima tragedia di William Shakespeare.

Prima rappresentazione assoluta: Firenze, Teatro della Pergola, 14 marzo 1847

Prima rappresentazione della seconda versione: Parigi, Théâtre Lyrique, 19 aprile 1865

 

Maestro concertatore e 

Direttore d’orchestra Gianluigi Gelmetti

Regia Elena Barbalich

Orchestra I Pomeriggi Musicali

 

Allestimento Teatro Nacional de Sao Carlos di Lisbona

Coproduzione Teatri OperaLombardia

 

Dall’omonima tragedia di William Shakespeare, l’opera di Verdi, fedele al drammaturgo inglese, venne rielaborata più volte, dal 1847 al 1865, con interventi testuali, aggiunte e tagli non indifferenti, a partire dall’aria conclusiva del protagonista: Pietà rispetto e onore modificata da Pietà rispetto e amore; onore e amore a ridefinire la complessa e vacillante psicologia di Macbeth.  Come molte partiture verdiane, l’opera presenta arie e passaggi indelebili nella memoria collettiva, tangibili segni del Risorgimento, cui Verdi aderì, infuocando gli animi del pubblico, come nella celebre scena corale Patria oppressa!

 

AIDA

Opera drammatica in quattro atti. Musica di Giuseppe Verdi. Libretto di Antonio Ghislanzoni.

Prima rappresentazione: Il Cairo, Teatro dell’Opera, 24 dicembre 1871

Direttore Francesco Cilluffo

Regia Franco Zeffirelli

Orchestra I Pomeriggi Musicali

Coproduzione  Teatri di OperaLombardia

Allestimento realizzato per il Teatro di Busseto in occasione del primo centenario della morte di Giuseppe Verdi, ripreso dal Teatro Regio di Parma in coproduzione con i Teatri di OperaLombardia

Aida deve la sua composizione alla fervida tenacia del celebre archeologo Auguste Mariette, che ne abbozzò la trama per l’inaugurazione del Teatro dell’Opera del Cairo (24 dicembre 1871). L’allestimento scelto per questa ripresa è quello che Franco Zeffirelli ideò nel 2001, un cammeo che racchiude, con fedeltà e grande maestria, la struggente storia d’amore immaginata sulle rive del Nilo.


L’HEURE ESPAGNOLE

Commedia musicale per cinque voci soliste e orchestra. Musica di Maurice Ravel. Libretto di Franc – Nohain.

Prima rappresentazione: Parigi, Théâtre National de l’Opéra-Comique, 19 Maggio 1911

GIANNI SCHICCHI

Opera comica in un atto. Musica di Giacomo Puccini. Libretto di Giovacchino Forzano. 

Prima rappresentazione: New York, Teatro Metropolitan, 14 dicembre 1918

 

Maestro Concertatore e direttore Sergio Alapont

Regia Carmelo Rifici

Orchestra I Pomeriggi Musicali

Coproduzione Teatri di Operalombardia

 

Nuovo allestimento

Un abbinamento irrituale, due commedie, in atto unico, vicine nel tempo: L’heure espagnole, composta da Maurice Ravel nel 1911 e Gianni Schicchi, di Giacomo Puccini, del 1917. Minimo comune denominatore dei due titoli è il senso, inesorabile, del tempo, che viene scandito in Ravel dal tema dell’orologio (il protagonista è un orologiaio), mentre in Puccini il tempo è il fluire della vita, che esplode con ironia, fin dalle prime battute iniziali.

 

 

Calendario delle recite:

 

GUGLIELMO TELL

Como, Teatro Sociale: 26 e 28 settembre 2019

Cremona, Teatro Ponchielli: 4 e 6 ottobre 2019

Brescia, Teatro Grande: 11 e 13 ottobre 2019

Pavia, Teatro Fraschini: 17 e 19 gennaio 2020

Bergamo, Teatro Sociale: 24 e 26 gennaio 2020

Pisa, Teatro Verdi: 22 e 23 febbraio 2020

 

LA SONNAMBULA

Como, Teatro Sociale: 24 e 26 ottobre 2019

Cremona, Teatro Ponchielli: 6 e 8 dicembre 2019

Pavia, Teatro Fraschini: 14 e 16 dicembre 2019

Bergamo, Teatro Sociale: 10 e 12 gennaio 2020

Cremona, Teatro Ponchielli: 17 e 19 gennaio 2020

 

MACBETH

Pavia, Teatro Fraschini: 25 e 27 ottobre 2019

Como, Teatro Sociale: 31 ottobre e 2 novembre 2019

Brescia, Teatro Grande: 14 e 16 novembre 2019

Cremona, Teatro Ponchielli: 22 e 24 novembre 2019

 

AIDA

Cremona, Teatro Ponchielli: 15 e 17 novembre 2019

Pavia, Teatro Fraschini: 21 e 23 novembre 2019

Como, Teatro Sociale: 29 novembre e 1 dicembre 2019

Brescia, Teatro Grande: 6 e 8 dicembre 2019

Bergamo, Teatro Sociale: 13 e 15 dicembre 2019

 

L’HEURE ESPAGNOLE/GIANNI SCHICCHI

Brescia, Teatro Grande: 27 e 29 settembre 2019

Pavia, Teatro Fraschini: 4 e 6 ottobre 2019

Como, Teatro Sociale: 10 e 12 gennaio 2020

 

 

Per informazioni: http://www.operalombardia.it/category/teatri/

Orchestra I Pomeriggi Musicali Web Site 2019 All Rights Reserved | PRIVACY-POLICY | COOKIE | CREDITS